Esonero obbligo fattura elettronica: novità per medici e farmacisti

esonero fattura elettronica
Condividi

Importanti novità in tema di esonero obbligo fattura elettronica 2019: esonero per medici e farmacie per dati inviati al Sistema TS nel 2019. Fermo per tutti l’obbligo di ricezione delle fatture elettroniche. Analizziamo nel dettaglio tutte le novità introdotte dal Decreto fiscale 119/2019.

Nonostante ormai è stata definitivamente abbandonata l’ipotesi di una proroga della fattura elettronica, si stima che 5 Partite Iva su 10 saranno esonerate dall’obbligo di fattura elettronica. Ma chi è davvero escluso dall’obbligo della fattura elettronica?

Medici e farmacie

L’emendamento approvato al Senato ha previsto l‘esonero obbligo fattura elettronica solo per il 2019 per quei soggetti che inviano già dati al Sistema di tessera sanitaria per consentire l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 730 dell’Agenzia delle Entrate. In particolare sono esonerati:

  • farmacie;
  • aziende sanitarie locali;
  • aziende ospedaliere e strutture accreditate con il SSN anche se non a contratto;
  • medici iscritti all’ ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri, anche operanti nella tipologia dello studio associato);
  • strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari (e non accreditate al SSN), ai sensi dell’ articolo 8-ter del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 (vedi decreto ministeriale del 2 agosto 2016);
  • dalle strutture autorizzate per la vendita al dettaglio dei medicinali veterinari, ai sensi dell’articolo 70, comma 2, del decreto legislativo 6 aprile 2006, n. 193 (vedi decreto ministeriale del 2 agosto 2016);
  • dagli esercizi commerciali che svolgono l’attività di distribuzione al pubblico di farmaci ai quali è stato assegnato dal Ministero della salute il codice identificativo univoco;
  • dagli esercenti l’arte sanitaria ausiliaria di ottico che hanno effettuato la comunicazione al Ministero della salute;
  • dagli iscritti agli albi professionali degli:
    • psicologi;
    • infermieri;
    • ostetriche ed ostetrici;
    • medici veterinari;
    • tecnici sanitari di radiologia medica.

In questo modo si risolve il problema sollevato in questi giorni per la bocciatura del Garante privacy riguardo l’ enorme flusso di dati sensibili che sarebbero transitati nel sistema di interscambio (SDI).

Contribuenti minimi e forfettari

Esonero obbligo fattura elettronica per tutti i contribuenti minimi e forfettari, nonostante le novità introdotte nella Legge di Bilancio 2019 per il regime forfettario 2019 porteranno un incremento di aperture di Partite Iva con accesso al regime agevolato.

Alla luce dell’introduzione della Flat tax, prevista nella stessa legge di bilancio, molti contribuenti si troveranno nella scelta di dover decidere tra regime ordinario e forfettario (passaggio di regime), valutando quindi anche l’eventuale esonero indiretto dell’obbligo di fattura elettronica.

Associazioni sportive dilettantistiche

Tra le novità introdotte in Senato c’è anche l’esonero obbligo fattura elettronica per le associazioni sportive dilettantistiche fino ad un fatturato di 65 mila euro.

Gli agricoltori in regime speciale e le operazioni estere.

Partendo dal presupposto che l’obbligo di fatturazione elettronica sussiste soltanto per le operazioni effettuate nel territorio dell Stato, dato che per le operazioni con l’estero entrerà in vigore un nuovo adempimento: esterometro. Considerazioni differenti invece andranno fatte per quanto riguarda l’applicazione del reverse charge per operazioni attive e passive.

Esonero obbligo fattura elettronica anche per agricoltori speciali.

 

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata