Riporto delle perdite IRPEF: le novità della legge di bilancio 2019

Riporto delle perdite irpef
Condividi

La legge di Bilancio 2019 ha previsto importanti novità nel riporto delle perdite a nuovo per i soggetti IRPEF, equiparando il regime con le norme di riporto perdite IRES: riporto temporale illimitato delle perdite a partire dal periodo di imposta 2018. Ulteriore novità è l’applicazione del “regime transitorio” per le perdite fiscali derivanti dal regime di cassa.

Riporto delle perdite IRPEF dal 2018 con la legge di Bilancio 2019

La legge di Bilancio 2019 equipara la disciplina del riporto delle perdite IRPEF con quella prevista ai fini IRES: sia le imprese in contabilità ordinaria che semplificata possono riportare illimitatamente le perdite ottenute nell’esercizio dell’impresa, nella misura massima dell’80% del reddito conseguito, o per intero importo qualora la perdita fosse inferiore all’ 80 % dell’utile conseguito. Dunque è stato eliminato il vincolo per i soggetti IRPEF in contabilità ordinaria di riporto delle perdite entro il quinto esercizio successivo a quello della formazione della perdita.

Di seguito si riporta uno schema dettagliato con tutti i casi di eccedenza di perdite e compensazioni:

Lavoratore autonomo Impresa ordinaria o semplificata
Compensazione Orizzontale: compensazione delle perdite con tutte le categorie di reddito. Verticale: compensazione delle perdite d’impresa solo con reddito d’impresa.
Riporto eccedenza delle perdite ESCLUSO Riporto illimitato nella misura dell’ 80 %.

Resta ferma la disposizione secondo cui le perdite prodotte nei primi 3 esercizi di attività possono essere riportate a nuovo in modo illimitato ed integrale.

Regime transitorio di riporto delle perdite dal regime di cassa

Dato le perdite generate dall’applicazione della nuova gestione contabile delle rimanenze nel regime di cassa, la legge di Bilancio 2019 ha previsto un regime transitorio per il riporto delle perdite IRPEF dall’anno 2017 fino al 2019.

Perdite Riporto 2018 Riporto 2019 Riporto 2020 Riporto 2021
2017 non compensate 40 % 40 % 60 % 80 %
2018 40 % 60 % 80%
2019 60% 80%

Conclusioni

Dunque per le perdite 2017 (non ancora compensate), 2018 e 2019, il riporto delle perdite sarà limitato e graduale durante gli anni: il nuovo limite dell’80 % previsto dalla nuova legge di Bilancio 2019 decorrerà dai redditi prodotti dal 2021.

 

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata