Pace Fiscale: Stralcio mini cartelle fino a 1000 euro.

stralcio mini cartelle
Condividi

Con la Pace Fiscale arriverà lo Stralcio mini cartelle che consentirà di estinguere i carichi dal 2000 al 2010.

Il Decreto Fiscale 2019 nella sua versione definitiva ha introdotto un’altra forma di Pace Fiscale all’articolo 4, il cosiddetto Stralcio mini cartelle ovvero lo stralcio dei debiti fino a mille euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010Con lo stralcio mini cartelle verranno estinti, dunque, automaticamente i debiti  che alla data di entrata in vigore del decreto (24 Ottobre 2018) avranno un importo residuo comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni inferiore a 1000 euro.

Come si ottiene lo Stralcio mini cartelle

La disciplina dello Stralcio mini cartelle contenuta nel Decreto Fiscale 2019 ( contenente tra l’altro disposizioni anche in materia di altre forme di Pace Fiscale come la Rottamazione Ter e la definizione agevolata delle liti pendenti.) prevede che in data 31 Dicembre 2018 venga effettuato l’automatico annullamento dei debiti di importo residuo fino a mille euro. Pertanto, non bisognerà sottoscrivere alcuna domanda o comunicazione per l’ottenimento dello Stralcio delle cartelle, ma queste verranno stralciate in automatico a fine anno. Bisogna inoltre porre particolare attenzione alle date, perchè lo stralcio avverrà nella data del 31 Dicembre 2018, data convenzionale, scelta per consentire il regolare svolgimento degli adempimenti tecnici e contabili, ma la data di riferimento per la valutazione delle mini cartelle da rottamare è quella di entrata in vigore del succitato Decreto Fiscale collegato alla manovra di Bilancio, ovvero il 24 Ottobre 2018. Per sapere dunque, se i propri debiti nei confronti dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, verranno stralciati, bisognerà valutare se l’entità del debito residuo a quella data, comprensivo di quota capitale, sanzioni ed interessi per ritardata iscrizione è inferiore alla cifra di 1000 euro.

Stralcio mini cartelle: cosa succede alle somme già versate.

Lo stralcio mini cartelle, così come funziona per le altre forme di Pace Fiscale, non opera relativamente alle somme versate prima dell’entrata in vigore del Decreto Fiscale 2019 collegato alla manovra di Bilancio. Pertanto gli importi versati fino a prima del 24 Ottobre 2018 resteranno definitivamente acquisiti e per questi non potrà essere richiesto alcun rimborso. Gli importi versati successivamente alla data di entrata in vigore del Decreto Fiscale verranno corrisposti per altri debiti eventualmente inclusi nella definizione agevolata anteriormente al versamento o in mancanza per i  debiti scaduti o in scadenza. Nel caso in cui, invece, vengano versate le rate dopo l’entrata in vigore del decreto e non si presenta nessuna delle fattispecie suddette, allora il contribuente potrà chiedere il rimborso di tali importi.

Quali tributi sono esclusi dallo Stralcio

La disciplina dello Stralcio mini cartelle esclude una serie di tributi e lo fa rinviando al comma 16 dell’articolo 3 del decreto fiscale (il quale disciplina un’altra tipologia di Pace Fiscale quale la Rottamazione Ter).  In particolare non rientrano nello stralcio delle cartelle i debiti risultanti da carichi affidati agli agenti della riscossione recanti:

  • gli importi dovuti a titolo di recupero di aiuti di Stato
  • i crediti derivanti da condanne della Corte dei Conti
  • le multe, le ammende e le sanzioni pecuniarie dovute a seguito di sentenze penali di condanna.

In aggiunta alle succitate previsioni, l’ultimo comma della normativa sullo stralcio mini cartelle stabilisce l’esclusione delle cosiddette risorse proprie tradizionali di cui all’articolo 2, paragrafo 1, lettera a), delle decisioni 2007/436/CE e dell’imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione.

Conclusioni

Lo stralcio delle cartelle è, dunque, una misura che da una parte tende a liberare il piccolo evasore o gli evasori che hanno pagato gran parte dei loro debiti tributari e che dall’altra parte tende ad agevolare l’Agenzia delle Entrate Riscossione liberandola da numerose cartelle di scarso valore  ed abbattendone i relativi costi di gestione.

 

 

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata