Infermiere di famiglia: arrivano le cure domiciliari gratis

infermiere di famiglia: arrivano le cure domiciliari gratis
Condividi

Infermiere di famiglia si recherà direttamente presso l’abitazione del soggetto che ha bisogno di assistenza, provvedendo a fornire gratuitamente la prestazione necessaria.

Infermiere di famiglia: cosa prevede la nuova figura?

La nuova figura dell’infermiere di famiglia rientra nella proposta di legge all’esame della Commissione igiene e sanità del Senato. Tale soggetto avrà il compito di provvedere gratuitamente alle cure domiciliari, per far si che il malato possa essere accudito presso la propria abitazione senza dover per forza recarsi in ospedale.

La nuova proposta di legge sull’infermiere di famiglia, intende apporre una modifica alla legge 502 del 1992. Tale provvedimento introduce la nuova figura “dell’infermiere di famiglia che si andrà ad affiancare al medico, al pediatra e allo specialista ambulatoriale nell’erogazione dell’assistenza sanitaria”.

L’obiettivo della riforma è quello di poter contribuire, con l’introduzione della nuova figura dell’infermiere di famiglia, alla riduzione della spesa sanitaria. Difatti, gestendo i degenti direttamente a domicilio grazie all’azione dell’infermiere di famiglia, si potranno evitare di rivolgersi all’ospedale e conseguentemente questo inciderà sui costi di gestione dei nosocomi.

Ma l’altro grande obiettivo è quello di garantire una miglior gestione delle risorse ospedaliere. Spesso assistiamo a scene di degenti che vengono lasciati per giorni nelle corsie su una semplice barella, poiché non ci sono posti letto liberi nelle stanze. Con l’introduzione dell’infermiere di famiglia e la cura domiciliare, si ridurrà il numero di malati negli ospedali e anche medici ed infermieri vedranno la possibilità di poter concentrarsi con maggiore attenzione sui casi più delicati

Le cure domiciliari gratuite

Lo snodo centrale che caratterizzerà la figura dell’infermiere di famiglia è la gratuità della prestazione domiciliare, al fine di garantire che tale strumento sia rivolto ad una vasta platea.

Difatti non ci sarò alcun ticket da pagare ma la prestazione sarà esente da ogni pagamento, indipendentemente dal reddito percepito e dichiarato dall’ammalato.

Proprio l’infermiere di famiglia sarà il responsabile delle cure domiciliari e dovrà risponderne per ogni eventuale inadempimento

La cura domiciliare dovrà essere individuata di concerto dal medico di famiglia e dall’infermiere di famiglia, in modo tale da garantire che il paziente possa essere curato per i suoi malanni senza doversi allontanare dalla propria famiglia e dalla propria abitazione. Risultati scientifici hanno dimostrato come tale tipologia di cura garantisca un miglior risultato, con il paziente che restando nel proprio contesto familiare e abitativo è più partecipe e collaborativo

L’iter parlamentare

L’attuale crisi governativa inevitabilmente si ripercuterà su tutto il calendario parlamentare e anche tale misura slitterà di qualche mese. Difficilmente potrà essere approvata prima della prossima primavera.

Il disegno di legge è stato avviato dalla Commissione preposta il 1° agosto e prima di procedere alla redazione del testo sarà prima necessario ascoltare tutte le parti in causa al fine di garantire una misura una perfetta riuscita di tale misura

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata