Bonus bebè e bonus asilo nido: novità per il 2020

bonus bebè 2020
Condividi

All’interno della bozza della nuova Legge di Bilancio 2020, è prevista la concessione del bonus bebè 2020 per un numero più vasto di richiedenti e l’incremento del bonus asilo nido per i soggetti che presentano un certo valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Bonus bebè 2020: a chi spetta?

Secondo quanto stabilito dall’Esecutivo per il 2020 si intende effettuare lo stanziamento di circa 600 milioni di euro per finanziare gli aiuti da corrispondere alle famiglie, fondi che per il 2021 equivarranno a 1.044 milioni di euro e per il 2022 saranno uguali a 1.244 milioni di euro.

La novità contenuta nella bozza della Legge di Bilancio consiste nel conferimento diel bonus bebè 2020, ovvero un assegno per ogni figlio nato oppure adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020, la cui corresponsione cesserà al compimento del primo compleanno del bambino o del primo anno di ingresso all’interno del nucleo familiare successivamente all’adozione.

Il riconoscimento del bonus bebè 2020spetta ad una più vasta categoria di soggetti e l’importo dell’assegno varia in base al valore dell’ISEE relativo al nucleo familiare, nello specifico:

  • in caso di ISEE minore ai 7.000 euro all’anno, l’importo del bonus bebè ammonta a 1.920 euro annui, ossia 160 euro mensili;
  • in caso di ISEE compreso tra i 7.000 euro e i 40.000 euro, l’importo del bonus bebè ammonta a 1.440 euro all’anno, ossia 120 euro mensili;
  • in caso di ISEE maggiore ai 40.000 euro, l’importo del bonus bebè ammonta a 960 all’anno, ossia 80 euro mensili.

In ipotesi di nascita o adozione di figli successivi al primo, nel periodo tra il 1° gennaio 2020 e 31 dicembre 2020, la somma relativa del bonus è incrementato del 20%.

Bonus asilo nido: via al raddoppio

Ulteriore novità per l’anno 2020, è la previsione di un incremento del bonus asilo nido, ossia il contributo offerto per il pagamento di rette per asili nido sia pubblici che privati e per le modalità di assistenza domiciliare per bambini al di sotto dei tre anni colpiti da gravi patologie croniche.

In particolare, si intende:

  • aumentare di 1.500 euro il bonus asilo nido per i nuclei familiari cui ISEE non superi i 25.000 euro;
  • aumentare di 1.000 euro il bonus asilo nido per i nuclei familiari cui ISEE sia compreso tra i 25.001 e 40.000 euro.

Per l’anno 2020 si prevede uno stanziamento di 520 milioni di euro per finanziare la corresponsione di suddetto assegno, fondi che per il 2021 ammonterebbero a 530 milioni di euro, 541 milioni di euro per il 2022, 552 milioni di euro per il 2023, 563 milioni di euro per il 2024.

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata