Consultazione fatture elettroniche: adesione rinviata al 1 Luglio

Consultazione fatture elettroniche
Condividi

Il 31 maggio 2019 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento n. 164664 nel quale viene introdotta una nuova proroga relativamente al servizio di consultazione fatture elettroniche, la quale consente l’adesione a detto servizio a partire dal 1° luglio 2019 e non più dal 31 maggio 2019.

Il provvedimento in questione, oltre a rinviare la data di avvio, rimanda anche al 31 ottobre 2019 il termine ultimo per aderire al servizio di consultazione fatture elettroniche e acquisizione dei documenti fiscali e duplicati informatici.

Proroga consultazione fatture elettroniche: il rinvio dal 31 maggio passa al 1° luglio

La nuova consultazione fatture elettroniche sostituirà l’attuale servizio provvisorio di consultazione dei documenti elettronici ed i contribuenti avranno, dunque, la facoltà di decidere se procedere per l’attivazione di questo nuovo servizio aderendovi eventualmente attraverso l’apposita funzione che sarà inserita direttamente nel portale “Fatture e Corrispettivi”.

L’Agenzia delle Entrate ha deciso di spostare al 1° luglio la data per l’attivazione del servizio, successivamente alle richieste effettuate da ordini professionali e associazioni di categoria. Probabilmente, la vera motivazione di tale cambiamento deriva da questioni infrastrutturali correlate al sito web dell’Agenzia.

Termine di cancellazione da 30 a 60 giorni

Ulteriore novità contenuta nel provvedimento sopracitato riguarda il termine per la memorizzazione temporanea e per la cancellazione dei file xml, il quale anch’esso è stato oggetto di modifica. In particolare il provvedimento ha allungato il termine a disposizione dell’Agenzia per procedere alla cancellazione delle fatture elettroniche memorizzate nel periodo transitorio, ovvero fino all’avvio del nuovo servizio di consultazione, le quali saranno eliminate entro 60 giorni dalla scadenza del periodo di adesione al nuovo servizio (30 Dicembre 2019), anziché  entro 30 giorni come originariamente previsto;

Per coloro che effettueranno, invece l’adesione alla nuova consultazione fatture elettroniche, il termine stabilito per la cancellazione del file xml delle fatture elettroniche è stato anche in questo caso esteso a 60 giorni dal termine del periodo di consultazione ovvero il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di ricezione del documento elettronico.

Sistema consultazione fatture elettroniche: 31 ottobre termine ultimo per l’adesione

L’Agenzia delle Entrate ha fissato, dunque, al 31 ottobre il termine entro il quale i contribuenti dovranno stabilire se aderire o meno al servizio di consultazione fatture elettroniche. Una volta effettuata l’adesione, sarà possibile revocare il servizio in maniera immediata in qualsiasi momento. Una volta memorizzati i file relativi alle fatture elettroniche, questi verranno cancellati poi entro 60 giorni dal termine del periodo di consultazione.

Nell’ipotesi in cui solo una delle due parti coinvolte in un’operazione fiscalmente rilevante (cedente/prestatore e cessionario/committente), ha espresso la sua volontà per procedere alla memorizzazione dei dati, il portale renderà visibili le informazioni solamente al soggetto che vi ha aderito. Se, invece, entrambe le parti non hanno effettuato l’attivazione del servizio di consultazione fatture elettroniche, si procederà con la cancellazione dei dati dei file delle fatture in questione, con la sola memorizzazione dei dati fattura non correlati alla natura, alla quantità e alla qualità dei beni o dei servizi.

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata