Dichiarazione Iva 2019: cause di esclusione e visto di conformità.

dichiarazione iva 2019
Condividi

Il modello di dichiarazione Iva/2019 per l’anno di imposta 2018 deve essere presentato esclusivamente in via telematica dal 1 Febbraio 2019 fino alla scadenza del 30 Aprile 2019. Le dichiarazioni presentate entro 90 giorni dalla scadenza dei termini sono valide applicando delle sanzioni previste dalla legge. Mentre si considera omessa la dichiarazione Iva 2019 presentata con ritardo superiore a 90 giorni.

Nel nuovo modello di dichiarazione Iva 2019 sono stati modificati i quadri. VA, VX,  e il rigo VY nel prospetto Iva 26PR.

Soggetti esonerati

Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione Iva 2019 tutti i contribuenti esercenti attività di impresa, arte o professione, titolare di partita iva, anche se:

  • non abbiano effettuato alcuna operazione in regime iva;
  • non risulta un debito iva da versare;
  • non abbiano svolto attività;
  • abbiano effettuato solo operazioni non imponibili di cui agli art. 8, 8-bis e 9 D.P.R. 633/1972;
  • abbiano effettuato operazioni non soggette di cui all’ art. 74, cc. 7 e 8 D.P.R. 633/1972.

Sono esonerati dalla dichiarazione Iva 2019 i seguenti soggetti:

  • i contribuenti minimi e forfettari;
  • contribuenti che hanno effettuato esclusivamente operazioni esenti;
  • produttori agricoli;
  • giochi e intrattenimento;
  • giornalai e tabaccai;
  • affitto unica azienda;
  • cessata attività;
  • soggetti esteri;
  • soggetti L.398/1991.

Modalità di versamento Iva nella dichiarazione annuale

Per la presentazione della dichiarazione Iva annuale è possibile utilizzare il modello tradizionale o il modello Iva base/2019 sempre entro la scadenza del 30 Aprile 2019.

L’ Iva dovuta in base alla dichiarazione annuale dovrà essere versata entro il 16 Marzo 2019, oppure in alternativa è possibile:

  • rateizzare ai sensi dell’art. 20 D.Lgs. 09/07/1997 n.241;
  • versamento alla scadenza prevista per la dichiarazione dei redditi con una maggiorazione dello 0,40 %.

Visto di conformità e rimborso Iva

Dalla dichiarazione Iva 2019 potrebbe uscire un debito Iva da versare nelle modalità descritte nel precedente paragrafo o un importo a credito. In caso di dichiarazione Iva 2019 a credito, è possibile compensare, sia orizzontale che verticale, dal 1 Gennaio 2019 il credito Iva 2018 se non supera i 5 mila euro.

Se invece il credito Iva supera i 5 mila euro, è possibile effettuare la compensazione orizzontale, per la parte eccedente i 5 mila euro, dopo 10 giorni dall’invio telematico della dichiarazione Iva 2019 previa apposizione del visto di conformità.

 

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata