Bonus facciate 2020: nuova detrazione al 90%.

bonus facciate 2020
Condividi

Il bonus facciate 2020, proposto dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, rientra tra le molteplici iniziative comprese all’interno della Manovra 2020.

Accanto alla previsione di proroghe, il bonus riqualificazione energetica e ristrutturazioni o bonus mobili, esclusivamente per l’anno 2020 si intende procedere per l’introduzione del bonus facciate, ossia una detrazione al 90% per facilitare la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici.

Bonus facciate 2020

Secondo quanto dettato dal Decreto fiscale 2020 e dal Disegno di Legge di Bilancio 2020, il bonus facciate 2020 è una detrazione del 90% da applicare nel momento in cui ci si adoperi per generare la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici. Tale ristrutturazione può riguardare facciate di una casa, come villette o abitazioni monofamiliari o bifamiliari, o di un condominio, situati sia in centro città che in periferia, così come nelle grandi città che nei piccoli Comuni.

Finalità del bonus facciate 2020 è quello di riuscire a fornire supporto ai condomini che non sono in grado di ristrutturare la facciata esterna a causa di problemi economici.

Conferire maggiore estetica e cura all’ aspetto dell’edificio, oltre che essere interesse dei condomini che avranno maggiori opportunità di vendita di un eventuale appartamento ivi situato, anche tutti gli altri cittadini avranno interesse nel vedere gli edifici della propria città meno decadenti.

Il bonus facciate potrà dunque essere considerato come uno strumento volto ad incentivare l’attenzione e la cura degli stabili, la riqualificazione del patrimonio edilizio e il risparmio energetico, generando conseguentemente anche un incremento occupazionale nel settore edilizio. Inoltre, tempestivi risultati si prevedono anche in relazione al decoro urbano e sulle entrate fiscali.

Lo stesso ministro Franceschini ha affermato via Twitter che quella relativa al bonus facciate è “una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane”.

Piano casa: i progetti previsti dall’Esecutivo

Quanto stanziato per il finanziamento del piano casa ammonta a un miliardo di euro. In particolare, per il bonus facciate, secondo quanto stimato dall’Ance, il costo complesso gravante sull’erario risulterebbe pari a 2,8 miliardi di 112 milioni di euro nel 2021, anno in cui si verificheranno gli effetti finanziari sul bilancio statale.

Oltre al bonus facciate 2020, mediante la manovra 2020 si intende dare applicazione anche ad ulteriori misure tra cui:

  • una detrazione, cui divisione è prevista in 10 quote annuali, per le operazioni di ristrutturazione edilizia al 50%, da usufruire entro il 31 dicembre 2020;
  • un bonus per l’efficienza energetica, ossia come l’installazione di pannelli solari, di impianti dotati di caldaie a condensazione con sistemi di termoregolazione particolarmente sviluppati, bonus pari al 50% o al 65%, da riparte sempre in 10 quote annuali entro il 31 dicembre 2020;
  • un bonus fiscale per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica elevata volti ad arredare l’immobile in ristrutturazione;
  • progetti di riconversione di immobili o anche spazi pubblici e privati di cui non se ne faccia uso;
  • manutenzioni straordinarie, miglioramento sismico, co-housing e residenze per gli studenti.

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata