Decreto Crescita: proroga super ammortamento 2019 dal 1 Aprile.

super ammortamento 2019
Condividi

Il Decreto Crescita ha introdotto un’importante novità: il super ammortamento 2019 la cui proroga copre per l’anno 2019 il periodo che va dal 1 aprile al 31 dicembre.

Super ammortamento 2019: i dettagli della proroga

Il testo del Decreto Crescita, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile 2019, ha prorogato, dunque, dal 1 aprile al 31 dicembre 2019 il super ammortamento 2019 al 130%, del quale potranno usufruire tutte le imprese che effettueranno, nel suddetto periodo, investimenti in beni strumentali nuovi, rispettando uno specifico limite di spesa.

La disposizione, così come negli anni precedenti, consente dunque la deduzione del 130% del costo sostenuto al fine di acquisire beni nel periodo dal 1 aprile al 31 dicembre 2019, aggiungendovi l’opportunità di poter terminare l’investimento entro il 30 giugno 2020 a patto che entro la fine dell’anno, risulti l’accettazione dell’ordine da parte del venditore e che inoltre sia stato effettuato il versamento di un acconto di importo minimo del 20% del costo di acquisizione.

Super ammortamento 2019: beni ammessi e limite di spesa

La proroga del super ammortamento 2019 rappresenta uno degli elementi cardini del Decreto Crescita 2019. Essa risulta essere infatti la prima delle misure fiscali che si intende adottare per la crescita economica del paese. È proprio il primo articolo del Decreto Crescita ad interessarsi del super ammortamento 2019. Esso si rifà a quanto stabilito dalla legge n. 190 del 2014, ossia la Legge di Stabilità 2015 nella quale assistiamo per la prima volta alla sua introduzione.

Il super ammortamento 2019 è pari al 130%, così come previsto già in precedenza, e, secondo quanto previsto dall’articolo 164, comma 1 del TUIR, si applicherà solo all’acquisto di nuovi beni strumentali ad esclusione dei veicoli o di altri mezzi adibiti al trasporto. La non inclusione di veicoli è prevista sia nel caso che questi siano utilizzati con finalità esclusiva per l’esercizio dell’ impresa sia anche  per scopi non imprenditoriali. Inoltre, sarà possibile giovare del super ammortamento 2019 per un valore complessivo degli investimenti non superiore a 2,5 milioni di euro. Non rientrerà, pertanto, nel campo di applicazione dell’agevolazione, la porzione di spesa eccedente.

Le disposizioni in materia di super ammortamento 2019 stabiliscono che questo sarà concesso solo nell’ipotesi di acquisto di beni strumentali il cui coefficiente di ammortamento risulti maggiore o uguale al 6,5%. Con riferimento ai soggetti che potranno godere di tale beneficio, ritroviamo i titolari di reddito di impresa e lavoro autonomo, compresi i minimi. È prevista invece l’esclusione per i soggetti in regime forfetario. Di conseguenza, si evidenzia come la sola novità recentemente inserita riguardi il limite massimo di 2,5 milioni di euro del costo totale dell’investimento.

 

 

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata