Assegni familiari 2019: cosa cambia dal 1 Aprile 2019?

assegnifamiliari2019
Condividi

Gli assegni familiari 2019 sono delle prestazioni erogate dall’ INPS finalizzate al sostenimento dei lavoratori dipendenti il cui reddito rientri in specifiche fasce aggiornate anno per anno.

Come funziona?

L’ammontare degli assegni familiari viene stabilito in base a due fattori fondamentali:

  • nucleo familiare, con riferimento al numero dei familiari.Nel nucleo familiare vengono ricompresi: il coniuge, figli minorenni e figli maggiorenni (affetti da impossibilità di lavorare a causa di difetto fisico o mentale oppure maggiorenni fini ai 21 anni cui impossibilità deriva dalla sua frequentazione di una scuola secondaria di primo e secondo grado, oppure corsi di formazione professionale, laurea o apprendisti se questo appartengono ad un nucleo familiare formato da più di tre figli minori dei 26 anni), nipoti, fratelli e sorelle non coniugati minorenni e maggiorenni (anche in questo caso, se sussiste un difetto fisico o mentale da cui scaturisca l’impossibilità lavorativa, o ancora orfani di ambi i genitori).
  • reddito familiare, ossia il reddito complessivo percepito da tutti i componenti del nucleo familiare nell’ anno precedente il 1 luglio di ciascun anno in cui si procede per la presentazione della domanda per gli assegni familiari 2019. Tale reddito deve essere composto da minimo il 70% dai redditi di lavoro dipendente o a questo assimilabile e deve inoltre esser contenuto nei limiti forniti annualmente dall’INPS.

L’INPS pubblica gli importi suddivisi in tredici tabelle, con l’apposita specificazione, in ciascuna di essa, dell’importo mensile degli assegni familiari 2019 corrispondenti relativamente al nucleo familiare e loro reddito complessivo.

Cosa cambia?

Precedentemente, era possibile presentare al datore di lavoro il modello ANF/DIP cartaceo per la domanda per l’ottenimento degli assegni familiari.

A partire invece dal 1 aprile 2019, l’unica metodologia per richiedere ed effettuare la presentazione della domanda per gli assegni familiari 2019, è quella telematica, che dovrà essere effettuata necessariamente usufruendo del sito internet dell’INPS.

La finalità che si intende raggiungere è quella di fornire al lavoratore che effettui tale richiesta, una maggiore garanzia riguardante il giusto calcolo dell’importo dovutogli, assicurando al contempo una maggiore trasparenza e protezione dei dati personali. Allo stesso tempo, è possibile in tal modo assicurarsi anche che il lavoratore abbia effettivamente il diritto di poter giovare degli assegni familiari 2019.

Nel caso in cui i datori abbiano ricevuto richieste di assegni familiari in via cartacea entro il 31 marzo 2019, possono agire per la liquidazione degli assegni ed effettuazione del conguaglio correlato.

In ipotesi di modifica del nucleo o reddito familiare, il lavoratore dovrà presentare, sempre in via telematica, la domanda di variazione concernente il periodo di interesse.

La presentazione in modalità telematica, con in allegato tutta la documentazione necessaria, è prevista anche nel caso in cui la concessione degli assegni familiari 2019 dipendano dal rilascio di un’autorizzazione da parte dell’INPS.

Il lavoratore ha inoltre la possibilità di richiedere assegni familiari arretrati. Il datore di lavoro potrà procedere al conguaglio dei soli assegni relativi al periodo di paga in cui il soggetto in questione abbia lavorato per il datore.

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata