Naspi anticipata 2019: come si ottiene?

Naspi anticipata
Condividi

Coloro che presentano i requisiti per poter usufruire dell’indennità erogata mensilmente nei confronti di chi si ritrovi nello status di disoccupati, possono ottenere la Naspi anticipata qualora essi abbiano intenzione di dar vita ad un’attività di lavoro autonomo o di impresa individuale oppure intendano effettuare la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa.

Chi può usufruire della Naspi anticipata?

La Naspi anticipata potrà essere erogata ai soggetti che siano stati licenziati dal 1° maggio 2015 che prevedono di:

  • intraprendere un’attività lavorativa autonoma;
  • dar vita ad un’impresa individuale;
  • effettuare la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa, con la quale il socio stipuli un rapporto mutualistico di attività lavorativa;
  • espandere a tempo pieno e in maniera autonoma l’attività, la quale già era stata avviata nel corso del rapporto di lavoro dipendente, il quale concludendosi ha reso possibile di usufruire dell’indennità Naspi.

Come funziona la Naspi anticipata?

Il soggetto che abbia in possesso tutti i presupposti necessari per dar luogo alla Naspi anticipata, ha diritto ad ottenere la liquidazione dell’indennità in maniera anticipata e in un’unica soluzione. L’ammontare della Naspi anticipata va misurato in riferimento al valore della Naspi spettante mensilmente da erogare che non è stata percepita dal soggetto in questione. Si procederà dunque alla liquidazione dell’importo complessivo dovuto in un’unica soluzione, sul quale troverà applicazione l’IRPEF.

La Naspi anticipata non prevede l’inserimento dell’assegno al nucleo familiare e della contribuzione figurativa relativamente alla valore da liquidare.

Qualora il soggetto beneficiario della Naspi ne giovi in maniera ridotta, ossia ne benefici all’80% del reddito presunto scaturente dall’attività di lavoro autonomo conseguente ad un’opzione antecedente per il cumulo tra tale reddito e l’indennità, l’erogazione della Naspi anticipata sarà effettuata in base al valore residuo dovuto senza considerazione della relativa riduzione.

Se il soggetto beneficiario riesca ad intraprendere un rapporto di lavoro subordinato, quando il periodo per il quale è prevista la corresponsione mensile dell’indennità ancora non sia terminato, è tenuto alla restituzione della Naspi anticipata.

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata