Reddito di cittadinanza: come ricevere il beneficio?

reddito di cittadinanza
Condividi

Reddito di cittadinanza al via…

Il reddito di cittadinanza spetterà principalmente ai giovani con reddito zero che vivono in una famiglia disagiata, i quali percepiranno 780 euro al mese. Il decreto collegato alla legge di Bilancio 2019 definisce la procedura di richiesta del reddito di cittadinanza. Il beneficio può essere richiesto dopo il quinto giorno di ogni mese direttamente all’ufficio postale, in via telematica, oppure presso i centri di assistenza fiscale convenzionati.

Come presentare la domanda

I beneficiari del reddito di Cittadinanza (RdC), dopo il quinto giorno di ogni mese, potranno presentare domanda per il beneficio, attraverso vari canali:

  • direttamente agli uffici di Poste Italiane S.p.A., gestore del servizio integrato di gestione delle carte acquisti e dei relativi rapporti amministrativi (di cui all’art. 81, comma 35, lett. b), D.L.
    n. 112/2008)
  •  mediante modalità telematiche;
  • presso i centri di assistenza fiscale (di cui all’art. 32 D.Lgs. n. 241/1997), previo convenzionamento con l’INPS, che possono essere costituiti da:
    – associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, istituite da almeno 10 anni e presenti nel Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL);
    – associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, istituite da almeno 10 anni, diverse dalle precedenti se ne è riconosciuta la rilevanza nazionale per il numero degli associati, almeno il 5% degli appartenenti alla stessa categoria, iscritti nei registri della camera di commercio e con strutture organizzate in almeno 30 province;
    – organizzazioni aderenti alle precedenti associazioni, previa delega dell’associazione nazionale;
    – organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati od organizzazioni territoriali delegate, con almeno 50.000 aderenti complessivi;
    – sostituti individuati dall’art. 23 del DPR n. 600/1973, n. 600 con almeno 50.000 dipendenti;
    – associazioni di lavoratori promotrici di istituti di patronato con almeno 50.000 aderenti complessivi.

La domanda sarà trasmessa entro 10 giorni lavorativi all’INPs che verificherà la sussistenza dei requisiti per ottenere il reddito di cittadinanza, entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione di tutte le informazioni contenute all’interno della domanda.

I requisiti per l’accesso al reddito di cittadinanza

Per poter ricevere il reddito di cittadinanza, l’indicatore della situazione economica equivalente – ISEE del nucleo familiare deve risultare inferiore a 9.360 euro. Il patrimonio immobiliare, con esclusione della casa di abitazione, non deve essere superiore a 30.000 euro e il patrimonio mobiliare non deve superare i 6.000 euro. In ogni caso, il beneficiario dovrà tenere sotto controllo l’ISEE alla scadenza del periodo di validità, al fine di non incombere in sanzioni.

Il reddito di cittadinanza, è poi, condizionato dalla presentazione della Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) e dall’adesione ad un percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale personalizzato, da parte dei componenti del nucleo familiare maggiorenni, non occupati e non frequentanti un regolare corso di studi o di formazione.
Vengono esclusi da questi obblighi i beneficiari della Pensione di cittadinanza, i beneficiari di Rdc pensionati o aventi almeno 65 anni e i componenti del nucleo familiare con disabilità.

Inoltre, ulteriori requisiti per poter beneficiare del reddito di cittadinanza:

  • Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di auto con cilindrata superiore ai 1600 cc o motociclo con cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati nei 2 anni precedenti la domanda;
  • Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di navi ed altre imbarcazioni;
  • Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli immatricolati nei 6 mesi precedenti la domanda.

Carta prepagata per il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza verrà erogato tramite la Carta RdC, consegnata, dopo il quinto giorno di ogni mese, dal gestore del servizio integrato di gestione delle carte acquisti e dei relativi
rapporti amministrativi.
Inoltre, i prelievi di contante dovranno rispettare al limite mensile di 100 euro per ogni individuo. Si potrà utilizzare la Carta Rdc, per effettuare un bonifico mensile in favore del locatore, nel caso in cui il nucleo familiare risieda in un’abitazione in locazione o dell’intermediario che ha concesso il mutuo.

Resta fermo il divieto di utilizzare la carta Rdc per i servizi relativi al gioco d’azzardo, ovvero alle apparecchiature AWP e VLT.

LEGGI ANCHE: Il reddito di cittadinanza: ecco le 10 cose da sapere.

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

2 Comments :

  1. Francesca vitale 8 febbraio 2019 at 20:28

    Foglio isee con reddito di 2400 la posso presentare il reddito di cittadinanza ?nn lavoro e pago affitto

    Reply
    1. Leonardo Russo 12 febbraio 2019 at 22:05

      Certo. Per poter ricevere il reddito di cittadinanza, l’ISEE del nucleo familiare deve risultare inferiore a 9.360 euro. Tuttavia non sottovalutare i limiti relativi al patrimonio mobiliare e immobiliare.

      Reply

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata