Flat tax docenti: l’imposta sostitutiva per lezioni private e ripetizioni

flat tax docenti
Condividi

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti a proposito della Legge del Bilancio 2019 attraverso la circolare 8/E pubblicata il  giorno 10 Aprile 2019, con la quale ha trattato, tra i vari argomenti,  al paragrafo 1.8 anche dell’applicazione della flat tax docenti per i soggetti che svolgono lezioni private o ripetizioni.

In particolare, l’articolo 1, comma 13 della Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un’imposta sostitutiva del reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali sui compensi derivanti dallo svolgimento di lezioni private o ripetizioni, con una aliquota pari al 15%. I soggetti in questione sono docenti che detengono la titolarità di cattedre nelle scuole di vario grado e ordine.

Il reddito soggetto alla flat tax  docenti concorre ai fini della determinazione dell’ ISEE

Nel momento in cui i soggetti sul cui reddito grava l’imposta sostitutiva per lezioni private e ripetizioni intendano determinare la propria situazione economica equivalente (ISEE) occorrerà considerare, in assenza di una previsione normativa che ne escluda la rilevanza,  anche le somme soggette ad imposta sostitutiva, in ottemperanza di quanto disposto dall’articolo 4 del D.P.C.M., 5 dicembre 2013, n. 159, secondo cui il reddito ISEE è, appunto, ottenuto attraverso la sommatoria anche dei redditi soggetti ad imposta sostitutiva.

Tuttavia, nell’ipotesi in cui il contribuente intenda far ricomprendere nel reddito complessivo i compensi derivanti da attività di lezioni private e ripetizioni, dovrà esercitare una specifica opzione, le cui modalità saranno decise dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate di approvazione dei modelli di dichiarazione dei redditi.

Versamento flat tax docenti

Per la flat tax docenti è prevista l’applicazione delle stesse disposizioni relative al versamento in acconto e a saldo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Come disposto dal comma 15 della Legge di Bilancio, il versamento dell’imposta sostitutiva per lezioni private e ripetizioni deve essere effettuato rispettando il termine stabilito per versare l’imposta sul reddito delle persone fisiche. Si attende l’istituzione dei codici tributo con apposita risoluzione.

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata