Modello TR IVA 2019: cos’è e come funziona.

Modello TR IVA 2019
Condividi

Il 20 marzo 2019 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello TR IVA 2019 da utilizzare per le richieste di rimborso del credito IVA trimestrale o per poter utilizzare tale credito in compensazione. Il nuovo modello TR IVA 2019 tiene conto, rispetto alla previgente formulazione, delle novità in materia di Gruppi IVA, previste dal decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019.

Funzionamento del modello TR IVA 2019.

I contribuenti che registrano nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile maggiore ai 2.582,28 euro, possono, tramite la compilazione del modello TR IVA 2019, far richiesta del rimborso IVA, in maniera totale o parziale, oppure agire in compensazione, utilizzando il credito per il pagamento di ulteriori tributi, contributi o premi.

È possibile scaricare direttamente online dal sito dell’Agenzia delle Entrate il modello stesso e le relative istruzioni per la sua compilazione e trasmissione telematica.

La presentazione telematica della richiesta di rimborso/compensazione all’Agenzia delle Entrate deve essere effettuata entro l’ultimo giorno del mese seguente al trimestre preso in riferimento.

Chi può usufruire del modello TR IVA 2019 per chiedere il rimborso dell’IVA trimestrale?

Il modello TR IVA 2019 può essere utilizzato per richiedere il rimborso del credito IVA infrannuale dai contribuenti che:

  • esercitano attività con relative operazioni soggette a imposta con aliquote minori rispetto all’imposta sugli acquisti e importazioni;
  • nel trimestre hanno effettuato acquisti e importazioni di beni soggetti ad ammortamento per un valore maggiore ai 2/3 del totale degli acquisti e importazioni imponibili;
  • hanno effettuato operazioni non imponibili per un valore maggiore del 25% del totale delle operazioni.

Inoltre, la richiesta di rimborso può essere presentata anche dai soggetti che:

  • risultano essere non residenti e senza stabile organizzazione nello Stato, che siano però identificati in modo diretto o tramite rappresentante residente nel territorio;
  • nel trimestre abbiano effettuato operazioni attive, nei confronti di soggettivi passivi non stabiliti in Italia, di valore maggiore al 50% del totale delle operazione, effettuate. Queste operazioni possono essere concernenti le prestazioni di lavorazione di beni mobili materiali, di trasporto di beni, di intermediazione, di servizi accessori relative al trasporto di beni e di intermediazione.

Come usufruire della compensazione dei crediti IVA trimestrali attraverso il modello TR IVA 2019

Per poter compensare i crediti IVA 2019 trimestrali è innanzitutto necessaria la presentazione della relativa domanda attraverso il modello TR IVA 2019. Bisogna poi considerare che nell’ipotesi in cui i crediti siano maggiori a 5.000 euro annui, sarà concesso l’utilizzo in compensazione di tali crediti dal decimo giorno successivo la presentazione dell’istanza di compensazione. È prevista l’apposizione del visto di conformità o la sottoscrizione dell’organo di controllo sull’istanza, nel caso in cui il credito sia superiore a 5.000 euro annui (50.000 euro per le start-up innovative). La compensazione potrà essere effettuata esclusivamente mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

 

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere notizie e approfondimenti

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata